Latina-Cassino 3-0. Questione di testa e Pascucci sorride


LATINA – Esordio vincente per Pascucci, col Latina che batte il Cassino per 3-0. È la prima vittoria dei nerazzurri nel 2018. Eppure è stata una brutta partita, soprattutto nella prima frazione, coi pontini disposti col 4-3-3, con Iadaresta protagonista immobile e col solo Bardini ordinato, per il resto una partita che ha invitato lo sparuto pubblico presente in una gara a lanciare lo sbadiglio più lontano per non addormentarsi.

Nella ripresa i nerazzurri vanno subito in rete, grazie a un’inzuccata di Iadaresta che sfrutta una respinta difettosa della difesa su traversone di Cittadino (53’). Il Cassino che nella prima frazione aveva rinunciato a giocare disponendosi dietro la linea del pallone cerca il pari subito e lo divora con Prisco, servito da Tribuzzi, che di testa schiaccia troppo sotto con la palla che scavalca la traversa (63’). Ma la reazione ciociara è tutta qua. Troppo poco. Poi, è sempre un assist di Cittadino a congelare il match al 70’: il regista batte il corner, s’avventa il neoacquisto Palazzo che impatta di testa spiazzando Della Pietra per il 2-0. Poi, è accademia, il Cassino non è pervenuto, Tribuzzi coglie anche un palo (73’) e poi a tempo scaduto (93’) Scibilia rende gloriosa la giornata di Cittadino offrendogli la terza inzuccata vincente. Con questa vittoria i nerazzurri salgono al quarto posto superando proprio il Cassino di un punto, raggiungendo quota 35. E mercoledì al Francioni arriva alle 17.30 la capolista Rieti per il recupero.

Lascia un commento