Epica l’Italia del Beachsoccer, gli azzurri di mister Del Duca in agguantano ai supplementari la finale mondiale sotto il diluvio: decide il rigore di Zurlo

ASSUNCION (PARAGUAY) –  Epica l’Italia del Beachsoccer, gli azzurri di mister Del Duca in agguantano ai supplementari la finale mondiale sotto il diluvio: decide il rigore di Zurlo. Una vera e propria battaglia con ribaltamenti e colpi di scena come solo un thriller sa regalare. Del resto come non paragonarvi una semifinale mondiale.

Protagonisti gli azzurri di mister Emiliano Del Duca che proprio a settembre alla vigilia della preparazione per il mondiale paraguaiano avevamo avuto ospite a Baraonda Latina. Sotto una pioggia incessante, a tratti una vera e propria tempesta, Zurlo e compagni hanno centrato un traguardo storico.

Dopo la rimonta contro la Svizzera nei quarti di finale del mondiale, culminata con il gol qualificazione proprio sul suono della sirena, arriva un altro finale che rimarrà negli annali.

Contro lo spauracchio Russia l’Italia a pochi minuti dalla fine dei tempi regolamentari si trova avanti di due gol ma si faraggiungere a 1’22” dalla fine. Nei supplementari il rigore decisivo di Zurlo invece spiana la strada agli azzurri. Che domani alle 22 ore italiana su Sky sfideranno una tra Giappone e Portogallo. Complimenti a tutti e in particolare ai pontini Palmacci e Del Duca.

Annunci

Dunque, giocando in una torrenziale tempesta di pioggia estiva di Asuncion, l’Italia ha vinto un’emozionante semifinale avanti e indietro 8-7 per sconfiggere la Russia dopo i tempi supplementari.

Gabriele Gori e Dario Ramacciotti hanno entrambi segnato triplette per portare gli Azzurri alla loro prima finale di Coppa del Mondo di Beach Soccer dal 2008. Andrei Novikov ha aperto le marcature con il suo primo gol del torneo, una punizione da circa metà percorso. Il capitano dell’Italia Francesco Corosiniti pareggia con un colpo di testa da calcio d’angolo. Dario Ramacciotti ha capitalizzato un errore di Alexey Makarov per mettere in vantaggio Azzurri dopo il primo periodo.

Makarov ha fatto ammenda all’inizio del secondo periodo, colpendo un tiro potente nell’angolo in alto. Ramacciotti ha riportato l’Italia in testa prima che Fedor Zemskov segnasse un doppio prima del secondo intervallo.

Gori, ora su un torneo da 16 gol, ha segnato tre gol in un terzo periodo selvaggio, che ha visto anche Kirill Romanov segnare un pareggio, Makarov ne aggiunge un altro e Ramacciotti completa la sua tripletta per mandare il gioco nei tempi supplementari.

Emmanuele Zurlo ha segnato ancora una volta il gol della vittoria, questa volta dal dischetto dopo che Artur Paporotnyi ha visto il rosso, per assicurarsi che l’Italia avesse prenotato un posto nella finale di domenica. L’Italia sa già che miglioreranno le loro prestazioni rispetto a due anni fa, quando finirono al quarto posto.

Lascia un commento